Storia

Il 6 luglio 1952 fu costituita la Cassa Rurale ed artigiana di Leverano. Nel novembre del 1953 fu rilasciata l'autorizzazione all'esercizio dell'attività bancaria, da parte della Banca d'italia.

 

Tra i promotori si ricordano soprattutto il Dott. Antonio Biasi e don Vincenzo Zagà, che seguirono particolarmente l'iter di costituzione.

Gli inizi furono difficili, sia per il contesto economico-sociale dell'immediato dopoguerra, sia per la presenza di un altro istituto di credito già consolidato. Ma la gestione attenta e oculata iniziò a dare i suoi frutti già nel 1956, grazie anche alla fiducia costante che accompagnò gli amministratori.

La politica dei piccoli passi, volta a coniugare la stabilità finanziaria con l'incremento degli investimenti, aveva iniziato a dare i suoi frutti e a rivelare le potenzialità della Banca.

Nel 1964 fu deliberato l'acquisto di una sede più consona per la banca , sito in via XX settembre 37.

A dispetto della difficile situazione economica degli anni '70, la Cassa Rurale cominciò ad attuare la fase di consolidamento aziendale e di radicamento territoriale, reso possibile anche dalla continuità della Presidenza Biasi, confermato per ben cinque volte.

Durante gli anni Ottanta, di fronte alla concorrenza d istituti nazionali e alla liberalizzazione delle frontiere (1992), per scongiurare il pericolo della fusione o della concentrazione e preservare l'identità della Cassa, si intraprese la strategia di gruppo, per superare i limiti della microrealtà.

Nel corso degli anni, notevoli sforzi sono stati fatti per favorire l'ammodernamento delle infrastrutture tecnologiche, per offrire nuovi servizi ai soci e alla clientela, oltre che puntare sulla formazione del personale.

Anche il numero dei soci cresceva, a testimoniare la maggiore capillarità della presenza sul territorio, e quindi la Cassa consolidava sempre più il proprio patrimonio sociale.

Recentemente la Cassa Rurale è diventata Banca di Credito Cooperativo.

La Banca rappresenta senz'altro un punto di riferimento per il territorio di Leverano ed un centro propulsore per le numerose aziende di piccole dimensioni, che altrove sicuramente avrebbero avuto difficoltà a reperire credito.

La Bcc non ha mia perso di vista la propria identità, mostrandosi al contempo sempre pronta ad affrontare tutte le problematiche provenienti da un mondo in continua accellerazione.